Si possono creare:

Per la scrittura di articoli e pagine WordPress mette a disposizione un editor visuale HTML (WYSIWYGWhat You See Is What You Get) basato sul progetto della piattaforma Open Source TinyMCE.

L'editor è in grado di produrre codice HTML abbastanza pulito, ma per coloro che preferiscono inserire manualmente (o quasi) i tags per il markup è disponibile anche una modalità denominata "HTML", una vera e propria "vista codice".

Una volta scritto un articolo, sarà possibile associare ad esso dei Tags, cioè dei termini relativi all'argomento trattato; questi termini verranno visualizzati sotto forma di link all'atto della pubblicazione, cliccando su di essi sarà possibile estrarre e visualizzare tutti i post che per cui sono stati definiti gli stessi tags. Si tratta in pratica di chiavi di ricerca fornite dall'applicazione stessa, a corredo di un determinato articolo, che permettono anche di reperire velocemente tutti gli articoli relativi agli stessi tags.

I Tags possono essere aggiunti grazie all'apposita sezione posta al di sotto dell'editor per i testi degli articoli, sarà possibile aggiungerne più di uno alla volta separandoli con una virgola.

Ogni post potrà essere associato ad una determinata categoria, nello stesso modo sarà possibile definire più di una categoria per uno stesso post o addirittura ignorare questa scelta; il blog engine si occuperà allora di associare il post alla categoria predefinita impostata tramite il pannello di controllo.

Prima di pubblicare un articolo sarà possibile visualizzare un'anteprima in modo da sapere quale sarà il suo aspetto al momento della pubblicazione; naturalmente non è obbligatorio pubblicare immediatamente un articolo, questo potrà essere salvato e pubblicato in un secondo momento dopo le opportune correzioni in sede di revisione (bozza) o addirittura nascosto agli altri utenti prima di raggiungere la sua forma definitiva (privato).

Ad ogni articolo potrà essere associato un riassunto, cioè un sommario opzionale degli argomenti trattati e scritto manualmente; inoltre sarà possibile vincolare la lettura di un articolo ad un previo processo di autenticazione, impostando una password verrà richiesto alle persone che visitano il blog di loggarsi per poter visualizzare l’articolo e leggere i relativi commenti.